Siti
Dove

Le origini della pesca

La pesca e le sue origini legate alla sopravvivenza

La pesca ha origini antichissime: nata con l'uomo, con il suo stesso istinto di sopravvivenza. Altrettanto vale per la caccia, azione umana dettata dall'esempio della natura. Resterebbe da stabilire quale delle due avrebbe preceduto l'altra. E' lecito pensare che la pesca sia anteriore. Il primo lavoro dell'uomo stata la ricerca e la raccolta dei commestibili. Fra questi gli animali acquatici, facilmente afferrabili dal primo strumento: la mano.

Conchiglie, pesci rimasti a secco, crostacei, hanno verosimilmente fatto parte dell'alimentazione umana prima della selvaggina, che va perseguita e uccisa con strumenti. La paleontologia ci dice che nel Paleolitico superiore troviamo tra gli oggetti lavorati di osso e di corno, arpioni con uncini da un lato o da ambedue le parti. Non vi sono traccia di ami, seppur rudimentali, che ci fa pensare che i pescatori preistorici abbiano appreso l'arte del nuoto e quella di catturare il pesce con le mani o con l'arpione.

La pesca con l'amo e con le reti risultato di uno stadio successivo dell'evoluzione umana.

Navigare Facile